Crea sito

Il legame

Col capo scout siam partiti in campeggio,
E’ bello nella natura andare a passeggio.
Altri quattro amici son venuti con me
E anche se come numero non eravamo granché,
Ci siamo divertiti facendo escursioni,
Un’esperienza dalle mille emozioni.
In serata abbiamo piantato le tende
Mentre uno dei nostri il falò accende.
Gustati gli spiedini attorno al fuoco
Abbiam poi iniziato un sinistro gioco:
Condividevamo racconti paurosi,
Votando tra essi i più spaventosi.
Infine stanchi sotto lo stellato cielo
Ognuno si corica nel suo sacco a pelo.
Ancor più tardi nel cuor della notte
La mia pancia diviene teatro di lotte.
Mentre gli altri son nel mondo dei sogni
Mi allontano dal gruppo per i miei bisogni.
Tolta l’urgenza nel bagno improvvisato
M’incammino verso dove mi ero accampato.
Ma quando il ritrovo è in prossimità
Mi si paran davanti ben cinque entità:
I fantasmi hanno il volto in brandelli,
Come fossero affettati da mille coltelli.
Non è certo il momento di fare una sosta,
Mi metto a correre dalla parte opposta.
Li lascio indietro come fossero impronte
Ma in certi momenti m’appaion di fronte.
E quando si verifica quest’occasione
Sono costretto a cambiar direzione.
Temendo che mi riescano a catturare
Mi accorgo che dal bosco son riuscito a scappare.
Trovo una dimora e chiedo un aiuto,
Un fattore apre e spiego l’accaduto.
Pur non credendo al sovrannaturale
E’ stato gentile in modo esemplare.
Riaccompagnato dai miei genitori,
Lo han ringraziato: “Vi siam debitori”.
Tentan di sentire il responsabile,
Ma il nostro capo è irrintracciabile.
L’indomani gli altri non tornarono più,
Non mi spiego cosa sia accaduto laggiù.
Infin li recupera la squadra di soccorso,
I cadaveri sembran dilaniati da un orso.
Ripenso agli spettri e ho un’intuizione,
Ai loro indumenti non ho posto attenzione:
Quelle povere anime dai volti infelici
Eran proprio vestiti come i miei amici.
Dopo che li ha sterminati la belva
Da spiriti non hanno lasciato la selva
E per mettere in salvo la vita mia
Son giunti davanti a sbarrarmi la via.
Così ho evitato d’incontrar l’animale
E come se fossero una mappa stradale
Hanno indirizzato il mio cammino
Fuori dal bosco, fino al contadino.
Nella tristezza mi scappa un sorriso,
E penso con le lacrime solcanti il mio viso
Che il legame tra scout sia sempre presente,
Da vivi, da morti, è indifferente.

Sergio Poli