Crea sito

La belva nella selva

A volte dal lavoro riesco a prendermi una pausa,
Esso mi stressa più di ogni altra causa
E così nei momenti in cui io posso
In modo da levarmi la fatica di dosso,
Vado a farmi una passeggiata per il bosco,
Un posto più bello io non lo conosco.
Mi sento a mio agio a girar tra gli arbusti,
Secolari, fieri e senz’altro robusti.
Immerso in quello spettacolo della natura
Per i problemi della vita non c’è miglior cura.
A rendermi triste sono spesso i clienti
Che né mi ringraziano né son riconoscenti.
Sarebbe bello se una volta ogni tanto
Uno mi chiamasse sedendosi accanto,
Parlando insieme del più e del meno,
Ma nella realtà non mi sorridono nemmeno.
Non salutano e ognuno sta in sé assorto,
Sembra che a loro io stia facendo un torto.
Comunque mi incammino giù per il sentiero,
Nella solitudine in un poco di pace io spero.
Ma oggi avverto un non so che di diverso,
Come esser osservato da qualcosa di avverso.
Forse è solo la mia immaginazione,
Ma più passa il tempo più cresce l’agitazione.
Aumento il passo e poi mi guardo attorno,
Sarebbe stato meglio girare un altro giorno.
Senza rendermi conto a correre inizio
Ben sicuro di non aver sbagliato giudizio.
Sono certo che lì nascosta nella selva
Ci sia in agguato una pericolosa belva.
A un tratto la sento avvicinarsi veloce,
Già immagino per me il destino più atroce.
Con un balzo mi salta infine addosso,
Dal peso capisco sia un esemplare bello grosso.
Ma mi accorgo poco prima di iniziare a gridare
Che sia solo un cagnolone che ha voglia di giocare.
Di coccole subito mi vizia,
Con la bestiola faccio subito amicizia.
E’ un randagio bisognoso di affetto
E di accarezzarlo felice proprio non smetto.
Anche se mi allontano mi segue da vicino,
Che gioia aver trovato un amico canino!
Questo segugio che già io adoro
Sarà molto utile anche sul lavoro.
Chi l’avrebbe mai detto che a farmi le feste
Sarebbe stato oggi un cane a tre teste?
Con il suo fiuto e le sue abilità
E’ chiaro che nessuno a fuggir riuscirà.
Ora devo far ritorno, per quanto mi duole,
Le anime non verranno traghettate da sole.

Sergio Poli